Zero gol, zero punti. A gioire è Zero

Zero gol, zero punti. A gioire è Zero

Zero gol, zero punti. A gioire è Zero Branco che ha avuto il merito di sfruttare la sua unica azione da gol. I numeri parlano talmente chiaro che non ci sarebbe bisogno di alcun ulteriore commento, la vera crisi del Ponte Crepaldo Eraclea si chiama “gol”. I biancoverdi sono a secco da quattro intere partite e, guarda caso, l’ultima volta che hanno segnato hanno portato a casa anche la vittoria. Quella domenica di dicembre i crepaldini avevano vinto a Casale, campo per nulla facile da espugnare. In dieci contro undici si erano imposti con pieno merito grazie alle reti di El Alani e Bovolato, oltretutto senza l’apporto dei rinforzi offensivi giunti proprio in quel periodo visto che Dotta, schierato dal primo minuto, era stato espulso.

Oggi le speranze offensive del Ponte Crepaldo Eraclea erano affidate al duo Dotta Sartori, con Miolli messo in campo solo nel corso della ripresa mentre El Alani, autore di una doppietta nella gara di andata, non figurava nemmeno fra i convocati. Lo Zero Branco cerca di “aggredire” i portatori di palla crepaldini fin dai primi minuti con un pressing a tutto campo, il Ponte Crepaldo risponde saltando la linea mediana con dei lunghi rilanci verso la trequarti offensiva. Domenica scorsa a Cavallino la maglia numero 10, un po’ a sorpresa, era stata affidata a Danieli, quest’oggi a Trafeli che al 13′ minuto interviene fallosamente su Libralato causando un calcio di punizione, poco al di fuori del vertice dell’area biancoverde, che costerà caro ai padroni di casa. Bacchin si incarica della battuta effettuando uno spiovente in area che avrebbe potuto essere innocuo se non fosse per un “buco” lasciato dai biancoverdi dove si inserisce Mason che di testa corregge la traiettoria del pallone mettendo fuori causa l’estremo Cestaro. Al 17′ minuto Santagata ci prova dalla lunga distanza con una staffilata che chiama Filippetto ad una impegnativa deviazione in calcio d’angolo. Sulla conseguente battuta dalla bandierina Frasson grazia il portiere avversario mancando il bersaglio grosso con una conclusione da posizione ravvicinata che termina a lato. Tutto il resto del primo tempo verterà sullo stesso copione: portieri pressochè inoperosi, da una parte c’è uno Zero Branco prudente a difesa della rete di vantaggio, dall’altra il Ponte Crepaldo con una indubbia difficoltà nell’andare alla conclusione e nonostante mantenga l’iniziativa si limita al solo possesso di palla.

Primo minuto della ripresa, lungo traversone di Trafeli che spiove all’interno dell’area ospite dove Dotta stacca per il colpo di testa con palla di poco sopra alla traversa. Due minuti più tardi i due crepaldini sono ancora i protagonisti di un’altra azione pericolosa: Trafeli dalla propria metà campo effettua un lungo rilancio per lo scatto di Dotta che entra in area ed insacca, ma l’arbitro non convalida per fuorigioco dello stesso Dotta. Al 6′ minuto Dotta scatta sulla sinistra e giunto a fondo campo rimette all’indietro per Frasson che a due passi dalla porta viene anticipato di un soffio da Vizianello. Ospiti pericolosi al 8′ con Mason, l’autore della rete del vantaggio sfiora la doppietta risolvendo una mischia in area biacoverde con una insidiosa conclusione che colpisce la base esterna del palo, poi la palla sfila sul fondo. Due minuti più tardi mister Bianco decide di inserire l’ariete Miolli richiamando Frasson, mossa che non sortirà gli effetti sperati. Lo stesso Miolli al 10′ sfrutta un assist di Dotta per calciare in porta, Filippetto è battuto ma Dal Castello riesce a respingere la sfera prima che finisca in fondo alla rete. Al 23′ minuto lo Zero Branco si ritrova in 10 per l’espulsione di Biasuzzi, il centrocampista ospite entra fallosamente su Santagata e per lui scatta la seconda ammonizione. Mister Bianco prova a sfruttare questo vantaggio inserendo un’altra punta: esce Santagata ed entra Ferrotta. L’estremo Filippetto compie un intervento importante al 38′ minuto quando si tuffa alla sua destra per deviare una conclusione di Miolli dal limite dell’area. Nel proseguo dell’azione ci prova Sartori a calciare in porta ma Filippetto è ancora determinante nel deviare in tuffo poi, mentre tenta di abbrancare il pallone, arriva Miolli ed insacca, ma Marco Targhetta, arbitro del match, non convalida il gol per un presunto fallo sullo stesso portiere ospite. Al 44′ minuto Ponte Crepaldo Eraclea vicinissimo al pareggio: Sartori conclude in porta da posizione defilata, la palla è diretta verso il primo palo, Filippetto salva ancora una volta la sua porta deviando di piede, a quel punto sulla palla vacante arriva Dotta come un treno per ribattere in gol ma Riello salva sulla linea. Biancoverdi sfortunati! Il direttore di gara assegna cinque minuti di recupero durante i quali il Ponte Crepaldo Eraclea crea un’altra pericolosa mischia nell’area zerotina che si conclude con un batti e ribatti senza esito positivo per i padroni di casa. Il triplice fischio finale porta al seguente dato di fatto riguardante le ultime 4 gare giocate: zero gol realizzati, un solo punto guadagnato (in trasferta) e tre sconfitte subite nelle ultime tre gare casalinghe. Sul terreno crepaldino hanno vinto il Badoere, il Città di Paese ed ora anche lo Zero Branco. C’è da riflettere su questi numeri, comprenderne le cause e porvi rimedio, magari rivedendo alcune scelte…

Commenta per primo

Scrivi o rispondi ad un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*