Trofeo Veneto. Team Biancorossi – Ponte Crepaldo 2-2

Dopo le tre amichevoli ferragostane, alla prima sfida con dei punti il palio il Ponte Crepaldo Eraclea non va oltre il pari ed è pure costretto a rimontare i padroni di casa del Team Biancorossi per due volte. Questo non significa che i trevigiani meritassero qualcosa di più, anzi se c’è una squadra che ha tutto il diritto di recriminare alla sfortuna quella è sicuramente la compagine biancoverde. Mister Nerio Corò deve fare i conti con diverse ed importanti assenze ed anche con i postumi dell’amichevole giocata giovedì sera a San Donà la cui utilità lascia perplessi. La partenza del Ponte Crepaldo è scoppiettante e Krawczyk ha subito un’occasionissima per sbloccare il risultato, ma tutto solo davanti al portiere biancorosso non la trasforma in gol. L’inizio della gara sembra rispettare le aspettative della vigilia con i biancoverdi decisi a sbloccare il risultato già nei primi minuti, la sorpresa è invece in agguato, infatti al 7′ minuto Toffoli si incunea in area e chiuso fra tre difensori tenta la conclusione che viene deviata da Franceschetto, a parere dell’arbitro con un braccio. Robert Adam di San Donà si prende la responsabilità di fischiare il rigore a favore del Team Biancorossi che lo stesso Toffoli trasforma. Il Ponte Crepaldo continua a macinare azioni offensive ma i padroni di casa sono ben coperti nella loro metà campo e ribattono colpo su colpo. Ci si mettono anche i legni della porta a negare il pari ai biancoverdi, a fine gara saranno ben quattro quelli colpiti.

Per il pareggio bisogna attendere il secondo tempo ed un altro calcio di rigore questa volta a favore dei crepaldini. Al 17′ Krawczyk scatta palla al piede sfruttando un rilancio dell’ex Nardin, l’attaccante biancoverde viene affrontato da Miranda che lo strattona per il braccio facendolo cadere. Anche in questo caso l’arbitro decide di assegnare il penalty anche se il fallo sembra iniziare fuori area. Dal dischetto Krawczyk batte Padovan pareggiando le sorti del match. A complicare la rimonta con sorpasso del Ponte Crepaldo c’è l’espulsione di Momentè per doppia ammonizione. I crepaldini ridotti in 10 devono raddoppiare le loro fatiche anche a causa di un pomeriggio assai afoso. I padroni di casa ne approfittano della superiorità numerica, non solo per respingere gli assalti dei biancoverdi ma anche per rispondere di rimessa portandosi nuovamente in vantaggio con Feletto che trova il classico gol della domenica grazie ad una conclusione da fuori area la cui parabola spiove all’incrocio dei pali lasciando di stucco l’incolpevole Striatto. La squadra allenata da Corò, nonostante tutto, continua a crederci, ma le conclusioni in porta dei crepaldini si infrangono sulla traversa in almeno un paio di occasioni. Prova e riprova, il Ponte Crepaldo Eraclea trova il meritato pareggio grazie ad un’insistita azione personale di Krawczyk che conclude in porta colpendo il palo a portiere battuto, sulla respinta si avventa Mazzon che ribatte in rete. Attorno al 90′ i biancoverdi realizzano anche il 3-2 con l’ex Nardin che gira di testa un traversone di Mazzon mettendo la palla nell’angolino, ma l’arbitro Robert Adam (insufficiente la sua prestazione) inspiegabilmente annulla, inutili le proteste di Sartori e compagni la gara termina sul 2-2. Domenica prossima (ore 17.00) a Ponte Crepaldo arriva lo Jesolo quest’oggi sconfitto dal Cavallino.

Commenta per primo

Scrivi o rispondi ad un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*