Trofeo Veneto, il Ponte Crepaldo Eraclea cede di misura al Cavallino

Trofeo Veneto, il Ponte Crepaldo Eraclea cede di misura al Cavallino. Nella gara d’esordio della stagione 2018-19 la squadra diretta da Nerio Corò lamenta alcune importanti assenze come quelle di Simonetto, Ferro, Danieli e Vio, inoltre qualche giocatore schierato in campo non è ancora al top della condizione. Al contrario, il Cavallino quest’anno si presenta alla partenza con una lunga panchina a disposizione di mister Lorenzo Piccolo. La squadra dell’ambizioso presidente Bortoluzzi, dopo il buon campionato precedente, è stata ulteriormente rinforzata e sembra voler puntare ad un campionato di vertice come affermato dallo stesso patron gialloverde. In avvio però è il Ponte Crepaldo a mancare la prima occasione da gol non approfittando di un rinvio sbagliato del portiere D’Arsiè. Prima Dotta e poi Frasson cincischiano con il pallone e la chance sfuma. L’occasione seguente è ancora a favore dei padroni di casa, al 14′ minuto Teso recupera palla sulla trequarti, apre al centro per Dotta che è bravo a destreggiarsi fra due difensori, ma la conclusione che ne segue è centrale ed il portiere ospite para a terra. Al 22′ Teso serve per Frasson che avanza dalla sinistra e poi calcia in porta, D’Arsiè para a terra. Alla prima vera occasione da gol il Cavallino passa in vantaggio. E’ il 32′ minuto quando Zambon scende sulla sinistra e giunto a fondo campo mette palla a centro area per Molin il quale di prima intenzione trova un sinistro maligno che manda la palla a carambolare sulla base del palo prima di finire in fondo al sacco. Galvanizzato dal vantaggio il Cavallino al 35′ ha l’occasione per raddoppiare, su azione d’angolo Niero a due passi dalla porta gira debolmente e Striatto para. Azione insistita del Ponte Crepaldo al 40′ ma prima Frasson, poi Mazzon ed infine Teso si dimostrano indecisi al momento di concludere in porta. Il primo tempo termina con gli ospiti in vantaggio di un gol, ma per quanto si è visto sul campo un risultato di parità sarebbe stato più equo.

Ad inizio ripresa il Ponte Crepaldo Eraclea cerca subito il pareggio con una conclusione da fuori area di Ferrazzo, palla che esce di poco alla sinistra del portiere ospite. Risponde in modo simile il Cavallino, è Bovolato a mandare palla di poco al lato. All’ottavo il Cavallino trova il raddoppio: Franchelucci dalla destra scodella palla verso il lato opposto dell’area dove Catania, in fase difensiva, si fa anticipare dall’ex Bovolato che calcia al volo indirizzando la palla verso il palo lontano dove Striatto non può intervenire. Risultato pesante per quanto hanno fatto vedere i crepaldini fino a quel momento. I ragazzi di mister Corò non demordono e Frasson all’undicesimo chiama D’Arsiè ad una impegnativa deviazione in tuffo con una conclusione dalla distanza. E’ il preludio al meritato gol che arriva un minuto più tardi: Frasson dalla sinistra mette al centro per Mazzon, un po’ indeciso nella conclusione viene anticipato da capitan Sartori il quale da posizione favorevole si vede respingere dal portiere il primo tentativo, ma gonfia la rete raccogliendo la respinta e depositando la sfera in fondo al sacco. C’è ancora molto tempo a disposizione per le speranze di rimonta del Ponte Crepaldo Eraclea. Mister Corò inserisce Angelini che si renderà protagonista di alcune efficaci aperture offensive, la prima per Dotta che però conclude troppo debolmente. Con la seconda sta per mandare Dotta in porta, ma l’arbitro fischia un fuorigioco molto dubbio. Al 23′ azione Dotta Sartori con quest’ultimo che va alla conclusione dal limite costringendo D’Arsiè ad alzare palla in angolo. Alla mezz’ora della ripresa Pivato si rende protagonista di una bella serpentina che lo porta solitario verso la porta crepaldina, meno efficace la conclusione da ottima posizione che viene neutralizzata da Striatto. Poco dopo fra le fila del Ponte Crepaldo Eraclea fa il suo esordio la punta Alberto Tomasella. Al 38′ una conclusione di Bovolato da fuori area scheggia la parte alta della traversa. Pronta la risposta dei crepaldini con Teso che apre a destra a favore di Tomasella, controllo e tiro in porta sul quale D’Arsiè ci mette una pezza deviando con una gamba. Al 44′ incidente per Dotta, il giocatore crepaldino dopo uno stacco di testa finisce a terra dove viene fortuitamente calpestato ad una mano da Molin, a causa del forte dolore è costretto ad abbandonare il campo. Con il giocatore a terra si perde diverso tempo nell’opera di soccorso (tre minuti), l’arbitro assegna 4 minuti di recupero che sembrano pochini se si considerano anche i cambi effettuati. Tutto questo gioca a favore del Cavallino che riesce a resistere all’assalto finale dei crepaldini e si porta a casa i primi tre punti stagionali.

Il Ponte Crepaldo Eraclea esce dal campo a testa alta conscio del fatto di aver disputato una buona gara nonostante le assenze e la panchina corta che ha limitato le scelte a disposizione di mister Nerio Corò. Domenica prossima si giocherà ancora in casa per il secondo turno del Trofeo Veneto, a Ponte Crepaldo arriva la neo promossa San Biagio che nella gara d’esordio ha subìto una pesante sconfitta casalinga, 0-3, ad opera del Team Biancorossi.

Commenta per primo

Scrivi o rispondi ad un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*