Prestazione maiuscola del Ponte Crepaldo a Ceggia

Il pomeriggio caratterizzato da vento e pioggia non ha limitato una buona affluenza di pubblico al Comunale di Ceggia per la sfida di campionato fra la Libertas Ceggia ed il Ponte Crepaldo Eraclea. Le due compagini che si erano già affrontate un mese prima per il Trofeo Veneto hanno ricambiato il pubblico dando vita, senza risparmio di energie, ad un buon match che alla fine ha visto prevalere i ragazzi di Nerio Corò con un classico 2-0. I crepaldini nel reparto difensivo lamentavano due importanti assenze dovendo rinunciare a Bagolin e Maimone, nonostante questo la difesa schierata da mister Corò ha offerto una prestazione priva di sbavature e nei casi in cui i ciliensi sono riusciti a concludere in porta ci ha pensato Striatto ad opporsi nella giusta maniera. La cronaca della gara: nonostante le abbondanti precipitazioni dei giorni precedenti il terreno di Ceggia sembra reggere bene. Al 3′ minuto calcio d’angolo per i padroni di casa, la palla spiove al limite dell’area piccola dove Terribile, ben piazzato, sta per colpirla di testa ma Striatto è bravo ad anticiparlo di pugno. La manovra del Ponte Crepaldo, con Briglia in regia a smistare palla, è fluida ed i biancoverdi, oggi in tenuta nera, sembrano in grado di incunearsi facilmente fra le maglie della difesa ciliense. I padroni di casa, fin dai primi minuti, faticano a contenere i crepaldini e devono ricorrere alle maniere forti: all’undicesimo entrataccia di Ghedini sulla caviglia di Mazzon che rimane dolorante a bordo campo. Quando si riprende lo stesso Mazzon batte la punizione che porta al vantaggio crepaldino: spiovente in area biancoazzurra per il colpo di testa di Nardin sul quale Guiotto sembra avere il controllo della situazione, ma la palla scivola dalle mani del portiere finendo fra i piedi di capitan Sartori che non ha difficoltà a spingerla in fondo alla rete. Azione personale di Donadon al 25′, parte dalla mediana scende sulla sinistra, entra in area accentrandosi, ma la sua conclusione che poteva essere molto insidiosa viene deviata da Franceschetto in calcio d’angolo. Alla mezz’ora di gioco Ferro imbecca Mazzon in area che apre in direzione di Krawczyk piazzatissimo nei pressi della porta ciliense, ma il centravanti crepaldino viene anticipato di un soffio prima che possa mandare il pallone in fondo al sacco. Non è finita perchè la sfera finisce sui piedi di Ferrazzo, lesta la sua conclusione sulla quale il portiere Guiotto si salva tuffandosi per la deviazione. Raddoppio del Ponte Crepaldo al minuto 36: Krawczyk recupera palla in fase difensiva e la rilancia sulla fascia sinistra per lo scattante Mazzon che prende in contropiede i ciliensi nella loro sguarnita metà campo, il numero 11 crepaldino guarda al centro dove non vede supporto allora fa tutto da solo, evita il tentativo di fallo da parte di Terribile, entra in area e da posizione decentrata trova lo spiraglio per sorprendere Guiotto sul palo lontano. Un gran goal che fa esplodere di gioia gli ultras biancoverdi sotto ai quali lo stesso Mazzon va a festeggiare assieme ai suoi compagni di squadra. Azione in fotocopia al 44′ minuto, Krawczyk scende veloce sulla sinistra, entra defilato in area e tira in porta, ma questa volta Guiotto si salva deviando con un piede la conclusione del possibile 3-0. Nel minuto di recupero Dotta semina il panico in area ciliense, in dribbling evita tre difensori e conclude di sinistro, Guiotto è bravo salvando la sua porta con un gran balzo e conseguente deviazione.

La ripresa inizia ancora nel segno del Ponte Crepaldo Eraclea che al terzo minuto va nuovamente vicino al goal con Krawczyk il quale su assist di Mazzon entra in area palla al piede ma sul suo rasoterra il Portiere Guiotto compie un altro salvataggio riuscendo nella deviazione. Al 10′ calcio di punizione, quasi a fondo campo, per la Libertas. Calcia Carrer che tenta di sorprendere Striatto, ma il portiere crepaldino si inarca per togliere la palla dall’incrocio. All’undicesimo, su assist di Dotta, Sartori nell’area avversaria manca di un soffio la deviazione vincente. Girandola di sostituzione fra le fila ciliensi, mister Rorato a mezz’ora dal termine tenta di dare una scossa ai suoi nel tentativo di rimontare, nessun movimento invece sulla panchina del Ponte Crepaldo Eraclea. Al 20′ Dotta tenta la conclusione dalla distanza ma Guiotto para a terra accartocciandosi sul pallone. Occasionissima per Dotta al 30′ quando soffia palla a Destito all’altezza della linea mediana e fugge veloce sulla sinistra fin o a raggiungere l’area avversaria dove conclude con un secco rasoterra sul quale Guiotto è bravo ad opporsi con il corpo. Pochi istanti dopo ci prova Nardin con una conclusione dalla distanza che esce di poco. Al 32′ Mazzon, su un lungo rilancio di Ferro, sfugge a Terribile che lo trattiene da dietro, seconda ammonizione per il difensore delle Libertas e conseguente espulsione. Sul calcio di punizione battuto sempre da Mazzon c’è il colpo di testa di Franceschetto che a tre metri dalla porta ciliense manda la palla di un soffio sopra alla traversa. Un minuto dopo importante parata di Striatto che blinda il risultato togliendo dall’incrocio una insidiosissima conclusione scagliata da Bonaventura. La gara finisce così con un limpido 2-0 a favore del Ponte Crepaldo Eraclea che sta anche stretto alla squadra diretta da Nerio Corò per le occasioni avute nel secondo tempo di mettere nel sacco almeno la terza rete. I tre punti conquistati a Ceggia permettono ai crepaldini di rimanere nella scia delle prime della classifica con una gara in meno, ancora da recuperare, rispetto alle altre quotate avversarie.

Be the first to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*