Ponte Crepaldo – Jesolo 2-0. Vince il gruppo

Con un classico 2-0 il Ponte Crepaldo Eraclea si impone sullo Jesolo attestandosi al quarto posto della graduatoria. E’ stata una gara maschia, combattuta e particolarmente sentita non solo dai 22 in campo, ma anche dalla numerosa cornice di pubblico presente al comunale di Ponte Crepaldo in un pomeriggio caratterizzato da una temperatura gradevole. Alla fine i tre punti in palio sono andati con pieno merito alla compagine biancoverde che oltre ad aver messo a segno un paio di reti hanno rischiato veramente poco in fase difensiva dove non si sono registrate particolari sbavature. In definitiva quella della squadra diretta da Nerio Corò è stata un’ottima prova corale di tutto il gruppo.

La cronaca del match: all’ottavo minuto calcio d’angolo battuto da Sartori, sullo spiovente in area è Bagolin ad elevarsi per il colpo di testa che manda la palla di poco al lato della porta difesa dallo jesolano Berto. Nelle prime fasi della gara si vede quasi esclusivamente il Ponte Crepaldo Eraclea che lo Jesolo argina a fatica ricorrendo al fallo in diverse situazioni. Grande chance per i crepaldini al minuto venti, a seguito di un calcio di punizione battuto da Mazzon con palla scodellata nell’area jesolana, Ferro di testa anticipa l’ex Simonetto ma il portiere Berto è reattivo ed in tuffo respinge la conclusione e Da Col perfezione il salvataggio allontanando in mezza rovesciata. Al 22′ una conclusione dalla distanza di Teso viene parata da Berto. Lo Jesolo si vede per la prima volta al 24′ con una punizione battuta da De Nadai che Striatto respinge con i pugni. Nel corso del primo tempo è sicuramente il Ponte Crepaldo ad aver le occasioni migliori per sbloccare il risultato: al 34′ Mazzon ben servito da Ferrazzo entra in area e calcia in porta, il portiere Berto è battuto ma De Nadai salva respingendo la palla prima che varchi la linea di porta. Subito dopo lo Jesolo perde Ballarin per infortunio muscolare. Al 41′ minuto ecco l’episodio chiave: capitan Sartori batte un calcio d’angolo effettuando uno spivente nell’area intasata dove Bytyqi cintura Bagolin mandandolo al tappeto. L’arbitro non ha dubbi, si tratta di un fallo punibile con il calcio di rigore, dal dischetto calcia Krawczyk che spiazza Berto per il vantaggio dei biancoverdi.

Ad inizio ripresa Bagolin è costretto a dare forfait, a seguito di una mischia nell’area crepaldina il difensore biancoverde ed Arapaj si contendono una palla di testa, nel contatto fortuito fra i due è Bagolin ad avere la peggio rimediando un taglio alla zigomo che lo costringe ad abbandonare il campo, al suo posto ecco Briglia. Il reparto difensivo del Ponte Crepaldo Eraclea già orfano dello squalificato Maimone perde così un’altra importante pedina. Al 20′ del secondo tempo lo Jesolo va vicino al pari con una cannonata di Pop Cosmin da distanza siderale, ma trova uno Striatto reattivo che si allunga in tuffo per evitare il goal. Non è finita così perchè sulla respinta del portiere crepaldino si avventa El Alani che calcia da posizione decentrata colpendo il palo esterno. Jesolo in 10 dal 26′ minuto, cioè dal momento in cui El Alani viene ammonito per la seconda volta a causa di una entrata dura ai danni di Ferrazzo. Attorno all’arbitro si forma un capannello di neroazzurri per contestare l’espulsione e Fiorotto approfitta della distrazione del direttore di gara per rifilare una manata sul viso a Ferro. Al 43′ topica dell’arbitro Gianluca Fighera che fischia una posizione di fuorigioco a Vettori, scattato in solitaria verso la porta jesolana, quando quest’ultimo era partito all’interno della metà campo crepaldina. Il fischietto trevigiano, probabilmente accortosi dell’errore, finisce anche per ammonire lo stesso Vettori. Vengono assegnati 6 minuti di recupero al secondo dei quali il Ponte Crepaldo chiude la gara con la rete del raddoppio grazie alla caparbietà di Ferrazzo che in pressing su Da Col riesce a soffiargli il pallone e a scattare verso la porta jesolana battendo Berto in uscita con un preciso rasoterra. Prima del triplice fischio finale c’è da registrare anche l’espulsione di Vettori di cui non si è compresa la motivazione, probabilmente qualche ulteriore strascico fra l’arbitro ed il crepaldino in merito all’episodio del fuorigioco. Ponte Crepaldo Eraclea a sette punti dalla vetta ma con una gara da recuperare. Domenica prossima trasferta a San Michele al Tagliamento ad attendere i biancoverdi ci sarà il Bibione.

Be the first to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*