Ponte Crepaldo Eraclea – Marcon è stata sospesa

Ponte Crepaldo Eraclea - Marcon è stata sospesa

La sfida fra Ponte Crepaldo Eraclea e Calcio Marcon, valida per l’undicesima giornata di andata del Campionato di Prima Categoria, si chiude anzitempo a causa di un infortunio occorso all’arbitro, sig. Adis Kurti di Mestre, al 5′ minuto del secondo tempo che costringe il dolorante direttore di gara ad anticipare il triplice fischio finale quando il risultato era ancora fermo sullo 0-0. Dopo la sconfitta subita a Treporti quella con il Marcon avrebbe dovuto rappresentare l’occasione di riscossa per Ricky Bianco ed i suoi ragazzi. Il Ponte Crepaldo Eraclea infatti parte con questa chiara intenzione prendendo per primo l’iniziativa e lo fa creando un pericolo per gli avversari già al 3′ minuto quando Simonetto ruba palla a centrocampo e verticalizza per Frasson il quale tenta di sorprendere Dell’Ulivo con una conclusione diretta all’incrocio dei pali, ma la palla esce di poco. Al 20′ un traversone di Trafeli dalla sinistra attraversa tutto lo specchio della porta del Marcon, sulla traiettoria Bovolato tenta la deviazione in rete mancando di un soffio il contatto con il pallone. La prima occasione degna di nota a favore degli ospiti giunge al 31′ di gioco quando Danieli perde palla nei pressi della linea mediana permettendo a Castellino di scattare in contropiede ed allungare la sfera a favore di Siega che conclude in porta mandando la sfera fuori di poco alla destra di Colucci. Poco dopo, al 33′, giocatori e panchina del Ponte Crepaldo Eraclea protestano per un fallo di mano in area marconese invocando il calcio di rigore. L’azione nasce da un fallo laterale effettuato lungo da Trafeli con palla appena dentro l’area avversaria a favore di Bovolato il cui tocco viene intercettato con un braccio da Tondato. L’arbitro non se la sente di fischiare la massima punizione, è probabile che abbia considerato troppo breve la distanza fra i due calciatori. Ponte Crepaldo Eraclea vicino al gol al 40′ minuto con una conclusione di Simonetto, imbeccato da Sartori il numero 10 biancoverde mira al bersaglio grosso mandando il pallone di un soffio sopra alla traversa. Un minuto più tardi incomprensibile decisione del direttore di gara che interrompe il gioco, ammonisce Sartori per proteste ed assegna un calcio di punizione a favore del Marcon. Le proteste del centravanti biancoverde erano motivate da un fallo di mano di Fiacchi che gli aveva soffiato il pallone a centrocampo aggiustandolo con un braccio, come confermano anche le immagini. Il primo tempo si chiude a reti inviolate, il Ponte Crepaldo Eraclea è stato sicuramente più attivo in fase offensiva, ci ha provato in più occasioni, ma si è sempre trovato imbrigliato nella fitta rete difensiva del Marcon che ha concesso veramente poco ai biancoverdi.

Del secondo tempo c’è ben poco da dire in quanto è durato solamente 5 minuti, cioè fino al momento dell’infortunio occorso all’arbitro. Il direttore di gara si è improvvisamente accasciato al suolo, all’interno dell’area crepaldina, rimanendovi dolorante all’arto destro. Il tentativo di rimetterlo in piedi messo in atto da Valentina Arcuti, massaggiatrice del Ponte Crepaldo Eraclea, coadiuvata dal collega del Marcon non ha ottenuto il risultato sperato. Il match è stato sospeso, ora si attendono comunicazioni sulla data della gara di recupero, nel frattempo mister Bianco può già pensare a preparare la squadra per la trasferta di Fossalta di Portogruaro.

Commenta per primo

Scrivi o rispondi ad un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*