La sfida al vertice termina a reti inviolate

Ponte Crepaldo Eraclea – Zero Branco era sicuramente il match clou della terza giornata di ritorno del campionato di Prima Categoria. A sfidarsi erano la seconda e la terza in classifica, entrambe avevano preparato questa importante gara con il chiaro obiettivo di vincerla: il Ponte Crepaldo per distaccare a 10 punti la terza e sperare in un contemporaneo passo falso della Julia per riprendersi la vetta, lo Zero Branco per avvicinarsi in graduatoria agli stessi crepaldini. Sono mancati i goal ma non le emozioni per gli spettatori presenti, fra le quali una espulsione per parte ed un calcio di rigore fallito dal Ponte Crepaldo.

Ad inizio gara è proprio il Ponte Crepaldo che si mette in evidenza per primo. All’ottavo minuto con una azione manovrata che vede Caramello e Briglia, i due playmaker della squadra, scambiarsi palla sulla trequarti offensiva prima di cederla a Frasson sulla destra, quest’ultimo apre al centro per capitan Sartori lesto alla conclusione in porta ma poco preciso, la sfera sorvola la traversa. Due minuti più tardi ecco un episodio che potrebbe influire sull’andamento della gara: lo Zero Branco scende sulla fascia destra, palla in profondità per Mascherin sul quale interviene il centrale Bagolin in ostruzione. I due calciatori cadono entrambi e Mascherin da terra colpisce Bagolin ad una spalla che rotola per il dolore. L’arbitro, Fabio Squarcina di Venezia, è a due passi e valuta come reazione il colpo inferto dal trequartista dello Zero Branco. L’episodio si chiude con un rosso per Mascherin ed un giallo a Bagolin. Al 18′ Frasson da fondo campo effettua uno spiovente in area per il colpo di testa da posizione ravvicinata di Sartori che viene deviato in angolo da Dal Castello. Trascorrono i minuti di questa gara che continua a rimanere equilibrata e di conseguenza un po’ avara di conclusioni in porta. Il primo intervento del portiere Striatto è al minuto 33 a seguito di una conclusione dalla distanza di Fiorotto che l’estremo crepaldino neutralizza in due tempi. Tre minuti più tardi un calcio di controbalzo dalla linea mediana effettuato da Dal Castello rischia di trasformarsi in un “gollazzo” se non fosse per il riflesso di Striatto che si inarca per alzare in angolo la sfera prima che questa spiova sotto la traversa. E’ un buon momento per la squadra ospite che si rende molto pericolosa da calcio d’angolo con un colpo di testa di Dametto sul quale è provvidenziale il salvataggio di Frasson sulla linea di porta. Reti inviolate all’intervallo.

Ad inizio ripresa il Ponte Crepaldo cerca la giocata che potrebbe sbloccare il risultato. Al 3′ minuto Briglia, con un preciso lancio dalla propria metà campo, pesca Ferrazzo sulla trequarti di destra, il numero 4 biancoverde tenta la conclusione ma Mion è ben piazzato e para in due tempi. Due minuti dopo Caramello recupera palla e lancia capitan Sartori, pronta la sua sponda a favorire l’accorrente Mazzon che entra in area dove viene steso da Salviato. E’ un fallo da calcio di rigore che l’arbitro Squarcina non ha esitazioni nell’assegnare. Dagli 11 metri calcia Sartori ma Mion lo ipnotizza ed indovina la direzione giusta dove tuffarsi per deviare la sfera, il portiere ospite completa l’opera deviando anche il tentativo di ribattuta operato da Briglia che era arrivato per primo sulla palla. Dopo il rigore non trasformato da Angelini la domenica precedente, a 7 giorni di distanza il Ponte Crepaldo ne fallisce un altro mancando così una ottima occasione per portarsi in vantaggio contro un avversario che concede veramente poco. Al 16′ c’è qualche apprensione per Striatto vittima di uno scontro in area con Brunello, il portiere crepaldino rimedia una dolorosa contusione alla coscia e viene fatto scaldare Vettori nel caso Striatto non sia in grado di proseguire. Per il momento dalla panchina crepaldina viene fatta entrare la punta Angelini che va a sostituire Ferrazzo ed a rinforzare la linea offensiva. Occasionissima per il Ponte Crepaldo al minuto 24, a propiziarla è Briglia che triangola con Angelini ritornandogli palla a centro area dove l’attaccante biancoverde calcia in porta con palla che esce di poco a portiere battuto. Nel momento migliore per il Ponte Crepaldo ecco l’episodio che ristabilisce la parità numerica e l’equilibrio in campo: a centrocampo Bagolin entra fallosamente su Ogbajie e rimedia così il secondo giallo, per lui la gara è terminata. Qualche sussulto nel finale di gara: al 90′ Fiorotto con un calcio di punizione da fondo campo tenta di sorprendere Striatto, bravo a deviare alzando la sfera in calcio d’angolo. Ci riprova in pieno recupero dalla medesima posizione e questa volta la sua insidiosa parabola scheggia il palo.

Finisce così sullo 0-0. Le due squadre, entrambe coinvolte nella corsa alla Promozione, si sono praticamente annullate a vicenda ed il risultato di parità rispecchia l’andamento di questa sfida. Un risultato che, forse, viene meglio accettato dal Ponte Crepaldo visto che gli permette di mantenere intatti i 7 punti di vantaggio sulla terza in classifica che è proprio sullo Zero Branco. Di contrapposto i crepaldini vedono allungarsi il loro distacco dalla vetta che ora è a tre punti di distanza.

Be the first to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*