La cronaca di Ponte Crepaldo – Jesolo

Nonostante alcune importanti assenze come quelle di Angelini, Caramello e Momentè ai quali si aggiungono Briglia e Catania fatti accomodare in panchina senza alcuna speranza di giocare a causa di malanni fisici, il Ponte Crepaldo Eraclea riesce ugualmente ad avere la meglio sullo Jesolo mettendo a segno ben quattro reti. Il match, valido per il Trofeo Veneto, si sblocca dopo soli 5 minuti: Ferro dall’out di destra effettua un lungo traversone indirizzato verso il lato opposto dell’area jesolana dove Dotta si fionda per primo sul pallone anticipando Da Col e Follador che lo chiudono a sandwich mandandolo a terra. L’arbitro fischia il calcio di rigore a favore dei crepaldini che Krawczyk trasforma in gol. La reazione dello Jesolo non produce un granchè, l’occasione buona potrebbe averla Bassan al 18′ ma la sua girata in porta è imprecisa. Al 20′ minuto Ferrazzo scatta palla al piede e nel penetrare nell’area jesolana viene affrontato ed atterrato dall’ex Simonetto. Il sig. Sedona della sezione di Treviso fischia il fallo, ma decide per la punizione dal limite, in realtà l’infrazione è avvenuta all’interno dell’area e poteva starci il secondo calcio di rigore. Brivido per la retroguardia crepaldina al minuto 39 quando Franceschetto in fase di ripartenza perde il contrasto con Ballarin al limite dell’area permettendo allo jesolano di incunearsi e calciare in porta, lo stesso Franceschetto però rimedia deviando la conclusione in calcio d’angolo. Un minuto più tardi lo Jesolo pareggia: fuga sulla sinistra di Ballarin che crossa verso il centro per Bassan, scattato in posizione dubbia, il numero 9 neroazzurro con un gran colpo di testa mette la palla sotto la traversa. Primo tempo che termina quindi sul risultato di 1-1.

Ad inizio ripresa è il Ponte Crepaldo Eraclea a prendere l’iniziativa riportandosi in vantaggio all’ottavo minuto: l’azione parte dai piedi di capitan Sartori che scambia con Krawczyk, la palla prosegue in direzione dello scattante Dotta bravo a vedere l’inserimento in area di Mazzon ed a servirgli il pallone del 2-1. Al 16′ il Ponte Crepaldo va vicinissimo alla terza rete con Krawczyk che se ne va in slalom penetrando nell’area jesolana e concludendo con un rasoterra indirizzato verso il secondo palo, il portiere Moretto si oppone alla grande respingendo l’insidiosa conclusione, sulla palla vacante si avventa Ferrazzo per ribadire in gol, ma l’ex Da Col si oppone deviando con un braccio. L’arbitro è lì a due passi e fischia il calcio di rigore a favore dei padroni di casa ed ammonisce Da Col. Krawczyk dagli 11 metri si dimostra freddo ancora una volta spiazzando Moretto per il 3-1. Al 25′ Sartori cede palla a Ferrazzo che parte dal cerchio di centrocampo per un’azione personale che lo conduce fino all’area jesolana, resiste in piedi anche all’energico intervento di Bassan, improvvisato difensore, e batte il portiere in uscita. Gran gol! Subita la quarta rete lo Jesolo sbanda e sembra aver perso la forza di reagire, dalla sua panchina mister Geretto, ex biancoverde, tenta inutilmente di scuotere i suoi ragazzi. Ad andare vicino alla quinta rete è invece il Ponte Crepaldo Eraclea al 33′ minuto con un colpo di testa di Nardin sul quale Moretto si oppone in due tempi togliendo la palla dall’angolo alla sua destra. Bassan è fra i pochi nerazzurri a crederci ancora ed al 38′ ricevuta palla è lesto a controllarla ed a calciare in porta, Striatto si oppone con bravura ed in tuffo devia in angolo. Lo Jesolo accorcia le distanze al 42′ con El Alani, ex biancoverde entrato nel corso del secondo tempo, il cui rasoterra dalla distanza è senza grandi pretese, ma sorprende ugualmente Striatto colpendo la base del palo prima di insaccarsi. Ad inizio del tempo di recupero il Ponte Crepaldo Eraclea crea una ulteriore occasione per la quinta rete con Krawczyk che calcia in porta sfiorando il palo alla destra di Moretto. E’ l’ultimo atto di questa sfida di coppa che la squadra diretta da Nerio Corò si aggiudica con pieno merito. Domenica prossima parte il campionato, il Ponte Crepaldo Eraclea sarà di scena a Cavallino, calcio di inizio ore 15.30.

Commenta per primo

Scrivi o rispondi ad un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*