Il Ponte Crepaldo spreca, Treporti ringrazia ed incassa i tre punti

Il Ponte Crepaldo spreca, Treporti ringrazia ed incassa i tre punti. Non è facile trovare le parole per commentare questa sconfitta casalinga del Ponte Crepaldo Eraclea che ha lottato fino alla fine senza riuscire a concretizzare nemmeno una delle diverse occasioni da gol avute nel corso del match. Gli episodi hanno sorriso al Treporti in una sfida fra le due società dominatrici lo scorso anno del campionato di seconda categoria ed ora invischiate nella bagarre dei play-out. Il calcio a volte è spietato ed oggi lo è stato con il Ponte Crepaldo Eraclea che ha sprecato troppo ed alla fine ha pagato un conto salato, zero a due, oltremodo esagerato considerati gli episodi salienti del match. Nel momento in cui, a seguito di una bella vittoria, nutri tante belle aspettative per la domenica seguente che immagini poter essere altrettanto soddisfacente, a fine partita ti accorgi di aver raccolto una scarica di schiaffi piuttosto dolorosi oltrechè inattesi. Un paio di “mea culpa” bisogna però recitarli e sono entrambi collocati nella prima fase della gara odierna. Stiamo parlando della rete che è costata lo svantaggio ai biancoverdi ed a breve distanza dell’espulsione di El Alani che ha lasciato in inferiorità numerica i propri compagni di squadra per buona parte della gara.

Passiamo alla cronaca del match odierno. Pubblicata sul portale calcistico Tuttocampo è a cura di Riccardo Bonvicini.

Divisa biancoverde per il Ponte Crepaldo che mister Geretto, ancora squalificato, schiera con il 4-4-2, davanti Frasson e Miolli. In completo nero invece il Treporti che si dispone con il 4-3-3, al centro della difesa i fratelli Christian e Andrea Angiolin. Parte meglio la squadra di casa che al 3’ va al tiro con El Alani ma Toso blocca. Al 9’ risponde il Treporti con Senigaglia il cui tiro deviato esce di poco. Sul corner seguente Suma colpisce a botta sicura ma Danieli respinge sulla linea. È il preludio del gol che arriva al 13’: punizione dalla sinistra di Enzo, Marangon è liberissimo e di testa infila Cestaro. Piove sul bagnato per il Ponte Crepaldo che al 16’ resta in 10: calcio di El Alani a Castelli e l’arbitro manda sotto la doccia l’esterno di origine marocchina. Al 21’ Treporti vicinissimo al raddoppio con Marangon, Cestaro respinge di piede il tiro dell’attaccante. Continua a insistere la formazione ospite: al 37’ punizione di Enzo da 20 metri, Cestaro respinge e A. Angiolin calcia malamente fuori. Suberato lo sbandato il Ponte Crepaldo si riorganizza: al 40’ Da Col verticalizza per Miolli che va al tiro dal limite, palla fuori di poco. Un minuto dopo ci prova Frasson, Toso respinge. A fine primo tempo incredibile palla gol per il Ponte Crepaldo: Miolli vince un rimpallo, arriva davanti a Toso che riesce a respingere con un grande guizzo.

Al rientro dopo l’intervallo ancora in avanti i padroni di casa: Da Col mette in mezzo per Frasson che riesce a girarsi e calciare, Toso si allunga e mette in corner. Al 13’ destro di Miolli dal limite, palla fuori di un nulla. I biancoverdi ci credono e inseriscono una punta in più, Dotta, al 19’ e passano al 3-4-2. Si gioca ormai a una porta sola: al 21’ Miolli prende in pieno la traversa su calcio di punizione. Il Treporti ci prova in contropiede al 23’ ma spreca tutto con Marangon che tira alto da posizione favorevole. Alla mezz’ora nuova palla gol per il Ponte Crepaldo: Sartori allarga per Miolli che ha davanti una prateria, arrivanti Davanti a Toso ma gli calcia praticamente addosso e il portiere respinge con il corpo. Al 33’ Miolli mette in mezzo per Dotta che riesci a girarsi e calciare all’altezza del dischetto, tiro centrale. Con il Ponte Crepaldo in avanti il Treporti può andare in contropiede come al 43’ quando un 3 vs 1 viene sprecato da Zanella che davanti a Cestaro tira fuori. Un minuto dopo si chiudono i giochi: rimessa laterale lunga per gli ospiti, palla a Senigaglia che evita un difensore e infila Cestaro, esultando poi polemicamente sotto i tifosi locali. Manca ancora qualche minuto ma a parte qualche scaramuccia in campo non succede più nulla.

Commenta per primo

Invia una risposta

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*