Il Ponte Crepaldo Eraclea regge solo nel primo tempo

Ponte Crepaldo Eraclea - Fossalta Piave

Dopo le prime quattro gare il Ponte Crepaldo Eraclea non è ancora riuscito a smuovere la sua classifica ed il Fossalta Piave, squadra costruita per il salto di categoria e già incontrata in una gara del Trofeo Veneto di Prima Categoria, non era certa l’avversaria più adatta per questo scopo. La formazione diretta da Mirco Geretto deve fare i conti con alcune defezioni nel pacchetto arretrato dove è ancora assente  per infortunio il portiere Colucci ed il centrale Severin per squalifica, a centrocampo manca il lungodegente Sartori e Coppola. Le due squadre si affrontano a viso aperto fin dall’inizio ed alla prima occasione gli ospiti sbloccano il risultato, è il 12′ minuto quando Thomas Danieli batte velocemente un fallo laterale, palla lunga sulla trequarti di sinistra per Gobbo che effettua un traversone verso la parte opposta dell’area biancoverde dove l’ex Krawczjc controlla e poi lascia partire un sinistro indirizzato al primo palo sul quale Clarizia pasticcia un po’ intercettando il pallone senza però riuscire a deviarlo e la sfera rotola in fondo al sacco. Fossalta Piave in vantaggio con Krawczjc che non esulta in segno di rispetto per la sua ex squadra. Il Ponte Crepaldo Eraclea ci impiega qualche minuto prima di organizzare una vera reazione, ma al 25′ ha l’occasione giusta per pareggiare i conti: a seguito di un retropassaggio Zamberlan, il portiere del Fossalta, cicca il rinvio finendo per servire palla a Lion al quale sarebbe bastato inquadrare lo specchio della porta per far gol, invece la conclusione dal limite della punta crepaldina è sbilenca e si spegne sul fondo. Al 29′ i biancoverdi ci riprovano ancora rendendosi pericolosi grazie ad un calcio di punizione dalla lunga distanza che Finotto calcia in maniera insidiosa direttamente in porta chiamando Zamberlan ad una difficile deviazione in calcio d’angolo. Fallite le due occasioni di pareggio i crepaldini rischiano di subire il raddoppio al 31′ minuto: lungo spiovente in area biancoverde sul quale l’estremo Clarizia, indeciso nell’uscita, sta per essere beffato dal pallonetto di Krawczjc se non fosse per il salvataggio sulla linea di Trafeli che nega il secondo gol al polacco. Il pericolo successivo per il Ponte Crepaldo Eraclea giunge da una svista arbitrale, al 43′ minuto l’estremo Clarizia si ritrova palla al piede qualche metro fuori area, il fossaltese Mitzano con un’entrata a gamba tesa gli soffia il pallone, l’azione chiaramente fallosa non viene fischiata, fortunatamente ci pensa Stefano Danieli a mettere una pezza.

Il primo tempo si chiude si risultato di 1-0 a favore degli ospiti e con il Ponte Crepaldo Eraclea che, per il momento sembra ancora in partita. La ripresa invece si dimostrerà ancora una volta fatale per i ragazzi diretti da mister Geretto. Al 5′ minuto Lion viene spintonato in area da Fornasier e termina a terra, ma l’arbitro non se la sente di fischiare il penalty. Tre minuti più tardi il Fossalta Piave raddoppia: Zlatic riceve palla sul centro sinistra ed apre verso destra a favore di Gobbo lasciato inspiegabilmente solo da Trafeli che si trova troppo lontano dall’ala avversaria, in questo modo il fossaltese entra tranquillamente in area e di destro fulmina Clarizia sul primo palo. Brutto episodio al 21′ minuto quando Mitzano a centrocampo calpesta caviglia ed anca di Bovolato (nella foto), si accende una mischia ma l’arbitro inspiegabilmente non estrae alcun cartellino per l’autore del fallo. Lo stesso Mitzano va vicinissimo al gol 4 minuti più tardi quando Zlatic lo libera a centro area ma sulla sua conclusione a colpo sicuro Clarizia salva deviando d’istinto ed un attimo dopo il portiere biancoverde si supera intercettando anche il tentativo in tap-in di Gibali. Il terzo gol del Fossalta Piave è solo rimandato, un minuto dopo Gibali dalla destra serve in orizzontale per l’accorrente Thomas Danieli che lascia partire una bordata di destro imparabile per Clarizia. Alla ripresa del gioco il Ponte Crepaldo Eraclea ha l’occasione per ridurre le distanze, Trafeli dalla sinistra effettua un preciso cross in area per il colpo di testa di Bovolato che esce di un soffio. L’uno a tre è solo rinviato al minuto 37: calcio di punizione di Finotto che effettua un lungo spiovente in area dove Fornasier nel tentativo di anticipare Stefano Danieli infila di testa la propria porta per una classica autorete. I crepaldini cercano di affrettare la ripresa del gioco, hanno due reti da rimontare negli ultimi 8 minuti più recupero anche con l’ingresso di Amadio in sostituzione di Battaiotto, una residua speranza che si spegne definitivamente al 90′ con la quarta rete degli ospiti nata da una bella discesa sulla sinistra di Zlatic che da fondo campo appoggia a favore di Mitzano ed il piatto di quest’ultimo non lascia scampo a Clarizia. Uno a quattro ad inizio recupero, tutto finito? Non proprio perchè le due squadre mettono in scena altre due reti nel residuo rimanente, la prima è di Frasson che porta a due le marcature dei crepaldini calciando sotto la traversa un assist a suo favore di Zuin e sul filo del triplice fischio finale Thomas Danieli sceso indisturbato sulla sinistra lascia partire un preciso rasoterra dal vertice dell’area che si infila nell’angolino basso alla sinistra di Clarizia.

1 Commento

  1. Troppa la differenza vista in campo, i bianchi a volte sembravano 3 in piu’, sempre in superiorita’ numerica e in anticipo su ogni palla.
    Comunque non era questa la partita da vincere, anche se provarci è d’obbligo.
    Un po’ piu’ di convizione, leggi impegno, e un pizzico di precisione davanti alla porta avversaria porteranno sicuramente dei risultati migliori.

Scrivi o rispondi ad un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*