Al Ponte Crepaldo Eraclea non sono sufficienti due reti di vantaggio

Al Ponte Crepaldo Eraclea non sono sufficienti due reti di vantaggio, maturate ad inizio gara, per portare a casa almeno un punto nel confronto esterno che vedeva i biancoverdi opposti allo Zero Branco. La sfida ha avuto luogo nell’impianto sportivo di Rio San Martino di Scorzè a causa dell’impraticabilità della struttura zerotina dove, a quanto sembra, sono in corso dei lavori di risistemazione del manto erboso. Le condizioni climatiche non sono delle migliori e la gara ha inizio sotto la pioggia, il terreno di gioco comunque non sembra risentirne e si presenta in buone condizioni. Pronti via ed il Ponte Crepaldo Eraclea alla prima vera incursione offensiva è già in vantaggio, l’azione scorre sulla fascia destra da dove viene effettuato un traversone verso il centro area ad imbeccare “Momo” El Alani che anticipa tutti mettendo palla in fondo al sacco. Lo Zero Branco colpito a freddo sembra accusare il colpo e vacilla offrendo, di lì a poco, nuovamente il fianco alla formazione ospite che trova ampi spazi per le proprie scorribande, in particolar modo a destra dove imperversa Da Col. Al settimo minuto, con un’azione in fotocopia al primo gol, i crepaldini pervengono al raddoppio sempre con lo stesso marcatore: El Alani. Il secondo gol galvanizza ulteriormente i ragazzi diretti da mister Geretto che creano ulteriore scompiglio nella metà campo avversaria sfruttando la giornata di grazia del duo Da Col – El Alani. Lo Zero Branco riesce a tamponare evitando quella terza rete che avrebbe chiuso la gara e con il passare dei minuti si riorganizza riuscendo a ridurre le distanze alla mezz’ora grazie a Brunello che riceve palla, salta facilmente Battagliarin, entra in area ed anticipa la chiusura di Danieli calciando all’incrocio dei pali dove Clarizia non può arrivarci (nella foto). Il merito dei trevigiani è quello di arrivare al pareggio prima della chiusura del primo tempo, Fiorelli dalla destra mette palla sul versante opposto dell’area dove Brunello con un maligno diagonale trova il secondo palo dove il pallone carambola prima di finire in fondo al sacco. Il primo tempo non si chiude nel migliore dei modi per il Ponte Crepaldo Eraclea per la doppia rimonta subita e per aver perso, prima della mezz’ora, Bovolato per infortunio sostituito da Frasson. La prima parte della ripresa è un monologo dei zerotini che preso possesso del centrocampo mantengono sotto pressione la retroguardia biancoverde. I crepaldini tamponano come possono, rifugianosi in angolo in più di un’occasione. Proprio da un tiro dalla bandierina, battuto da Fiorelli, nasce la terza rete dei padroni di casa, palla scodellata al limite dell’area piccola dove nella mischia che si è formata sbuca Dal Castello per la deviazione vincente. A complicare la situazione, poco più tardi, è l’espulsione per doppia ammonizione di Severin, pilastro della difesa biancoverde. Il secondo giallo arriva per le proteste su un fallo non concesso al Ponte Crepaldo Eraclea. Ridotti in dieci gli ospiti hanno una generosa reazione che finisce per mettere in difficoltà lo Zero Branco, ma la formazione trevigiana oltre ad alcuni giocatori di buon livello tecnico dimostra di avere anche un valido portiere che sfrutta tutti i suoi centimetri per riuscire a deviare un paio di insidiosissime conclusioni dei crepaldini. Il triplice fischio finale lascia il Ponte Crepaldo Eraclea ancora a zero in classifica dopo una prova generosa e poco fortunata e, per quanto si è visto sul campo, un pareggio non avrebbe certo fatto gridare allo scandalo. Insufficiente l’arbitraggio del Sig. Davide Sambo di Chioggia, durante il primo tempo ha usato parità di giudizio nel giudicare certe entrate, non altrettanto ha fatto durante la ripresa.

Commenta per primo

Scrivi o rispondi ad un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*