A Fossalta di Piave una gara priva di emozioni

A Fossalta di Piave una gara priva di emozioni

A Fossalta di Piave una gara priva di emozioni sul cui risultato finale pesa una grave distrazione arbitrale. Lo si sapeva già dalla vigilia che, in virtù della caratura della squadra avversaria, non sarebbe stato un esordio facile per Tonino Conversano sulla panchina del Ponte Crepaldo Eraclea. Il nuovo tecnico biancoverde ha avuto solo un paio di allenamenti a disposizione per familiarizzare, almeno un po’, con i suoi nuovi giocatori e poi via verso un esordio impegnativo che Tonino ed i suoi giocatori hanno affrontato senza alcun timore reverenziale. La gara per i crepaldini è iniziata subito in salita a causa di un evento che alla fine risulterà determinante per le sorti del match, un episodio contestatissimo dai biancoverdi. Sono trascorsi solo 5 minuti dal fischio di inizio gara ed il Ponte Crepaldo sta manovrando nella metà campo dei padroni di casa. Su Santagata interviene Moro in anticipo con l’intenzione di allontanare il pallone, ne esce un rilancio casuale sul quale scatta l’ex biancoverde Krawczyk lasciando dietro a se Danieli e Severin che richiamano l’attenzione dell’arbitro per una posizione di fuorigioco dell’attaccante polacco. L’arbitro lascia proseguire l’azione e Krawczyk si ritrova così a tu per tu con Cestaro in uscita, i due vengono a contatto ed il numero 9 fossaltino termina a terra inducendo l’arbitro a fischiare il calcio di rigore e ad estrarre il giallo per il portiere. Ancora proteste dei giocatori crepaldini per la posizione di fuorigioco in cui si trovava Krawczyk, ma il sig. Marco Zanconato di Portogruaro è convinto della sua decisione che a nostro avviso è perlomeno dubbia e priva di fondamento visto che al momento del rilancio lui stava guardando da tutt’altra parte. Della trasformazione del penalty si incarica Thomas Danieli che porta in vantaggio la sua squadra spiazzando Cestaro. La rete dello svantaggio causa un po’ di sbandamento fra le fila biancoverdi tanto che al 9′ minuto una leggerezza di Stefano Danieli rischia di costare il raddoppio al Ponte Crepaldo Eraclea: il centrale in fase di ripartenza si fa soffiare palla da Gbali, quest’ultimo ne approfitta per puntare in solitaria verso la porta ma sull’uscita di Cestaro commette l’errore di appoggiare palla a Krawczyk che è in fuorigioco. Questa volta la decisione da prendere è semplice ed evidente e l’arbitro interrompe l’azione fischiando la posizione irregolare. Il primo tempo scivola via monotono con alternanza di possesso palla che raramente si traduce in potenziali occasioni da rete ed i due portieri rimangono inoperosi a lungo. Al 29′ minuto Gbali è costretto ad abbandonare il terreno di gioco per infortunio, nell’occasione il giocatore del Fossalta Piave, percorrendo la fascia, perde l’equilibrio dopo un lieve contatto con Stefano Danieli e cade impattando rovinosamente sul proprio guardalinee. Dubbioso il conseguente cartellino giallo che Marco Zanconato sventola al difensore biancoverde. Tre minuti dopo il Ponte Crepaldo Eraclea ha una buona occasione per pareggiare con Dotta che chiede la triangolazione ad El Alani ritrovandosi nell’area avversaria palla al piede, la conclusione della punta crepaldina è però debole e centrale e Zamberlan può parare a terra con disappunto di Miolli il quale, a due passi dalla porta, si aspettava l’assist del compagno di squadra.

Il secondo tempo inizia sulla falsariga del primo, Fossalta Piave che si limita al possesso palla senza creare alcunchè di pericoloso per la porta difesa da Cestaro e Ponte Crepaldo Eraclea volonteroso e determinato ma inconcludente in fase di finalizzazione. Al 16′ termina la gara di Miolli che ha avuto pochissimi palloni giocabili, al suo posto ecco Battaiotto. Poco dopo El Alani scatta sulla sinistra e poi serve Dotta lungo la stessa fascia, quest’ultimo senza appoggi è costretto all’azione in solitaria riuscendo, nonostante la morsa di un paio di difensori, ad andare alla conclusione parata a terra da Zamberlan. Per vedere la prima parata degna di nota ad opera del portiere crepaldino bisogna attendere fino al 24′ del secondo tempo quando Mitzano, con un colpo di tacco, libera Krawczyk per la conclusione in diagonale respinta con un piede dall’estremo Cestaro. Mister Conversano si gioca anche le carte Bovolato e Ferrotta ma la sostanza non cambia, i suoi giocatori premono con insistenza nella metà campo avversaria faticando quando si tratta di andare alla conclusione. Al 43′ Gatto salta allargando un braccio che colpisce Ferrotta al volto lasciando il biancoverde stordito per un paio di minuti. Risultato inchiodato sul 1-0 anche nel corso dei 5 minuti di recupero assegnati dall’arbitro, alla fine è il Fossalta Piave a mettere in saccoccia e tre punti che gli permettono di rafforzare la seconda posizione in classifica. Il risultato finale sta sicuramente stretto al Ponte Crepaldo Eraclea che avrebbe certamente meritato qualcosa di più al termine di un match assai avaro di occasioni da rete e che avrebbe potuto terminare con un classico ed eloquente 0-0.

Commenta per primo

Scrivi o rispondi ad un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*